venerdì 18 aprile 2008

IN ALTO I NOSTRI CUORI !!!!


CARISSIMI CAMERATI,
E’ IL MOMENTO DI RIMETTERCI IN MARCIA. NON C’E’ TEMPO PER PENSARE.....
ALZIAMOCI, ARMIAMOCI, ANDIAMO!
NESSUNA INDECISIONE, NESSUN RIMPIANTO, NESSUN TIMORE.
NELLA FREDDA OSCURITA’ DEL MATTINO VEDIAMO LA NOSTRA STELLA INDICARCI IL CAMMINO; SAPPIAMO CHE SOLO POCHI SGUARDI NOBILI VEDRAN L’AURORA, E NOI SAREMO TRA QUESTI.
NON CI ILLUDIAMO: IL GIORNO E’ ANCORA LONTANO, MILLE OSTACOLI CI ATTENDONO ED I FILISTEI GIA’ GHIGNANO VEDENDO COPIOSE LACRIME DI SUDORE SOLCARCI IL VOLTO.
NON CI CONOSCONO.
QUESTO STATO MASSONICO, BUROCRATICO E MATERIALISTA CREDE GIA’ DI AVER VINTO; LA CHIESA SI E’ ARRESA ED I SACRI PRINCIPI CHE DETTERO VITA AI PATTI LATERANENSI SONO ORAMAI SBIADITI E DIMENTICATI DA UN POPOLO RESO SORDO ED APATICO DA TROPPI LUSTRI DI COLPEVOLE TORPORE.
BAMBINI MAI FATTI NASCERE O DATI IN AFFIDAMENTO A COPPIE DI SODOMITI; CASE POPOLARI ED ASILI OCCUPATI DA IMMIGRATI OSTILI ALLA NOSTRA CULTURA; SPAZI PUBBLICI SPRECATI PER COSTRUIRE MOSCHEE E SINAGOGHE; BABY GANG PADRONE DEI NOSTRI QUARTIERI; FAMIGLIE DI ITALIANI GETTATE DALLE BANCHE NEL BARATRO DELL’USURA…
ECCO, I GIACOBINI FESTEGGIANO LA REALIZZAZIONE DELLA LORO SOCIETA’ PERFETTA; L’ANARCHIA CAPITALISTA E MONDIALISTA HA REALIZZATO IL PROPRIO SOGNO DI UNA SOCIETA’ MATERIALISTA, ADDORMENTATA E FACILMENTE CONTROLLABILE TRAMITE IL RICATTO DEL DEBITO PUBBLICO E LA MODIFICA DEL COSTO DEL DENARO.
VOLEVANO UN POPOLO DI SCHIAVI, DI INETTI, DI CONSUMATORI E CI SONO QUASI RIUSCITI.
ERIC BLAIR LO AVEVA PREDETTO, MA LA REALTA’ HA GIA’ SUPERATO LA SUA FANTASIA E DELLA FAUSTA ED ACCECANTE LUCE DI UN TEMPO GLORIOSO NON E’ RIMASTA CHE UNA PICCOLA STELLA LONTANA. LA NOSTRA. LA PRIMA STELLA DEL MATTINO.
CAMERATI, IN ALTO I CUORI! CAMERATI, IN PIEDI!
ARMIAMOCI DI BALDANZA, VESTIAMOCI DI FEDE, GALOPPIAMO L’ONORE, RINCORRIAMO LA GLORIA, RAGGIUNGIAMO LA PATRIA. AVANTI!
ABBIAMO ASCOLTATO INUTILI PAROLE DA CHI SI FINGEVA NOSTRO AMICO; ABBIAMO PAZIENTATO TROPPO A LUNGO CON I DEBOLI CHE RIMANEVANO INDIETRO, ABBIAMO CONCESSO UNA POSSIBILITA’ A CHI CI HA TRADITI.
ABBIAMO SBAGLIATO.
CAMERATI, MILITANTI ABILI E TENACI CHE TENETE IL VESSILLO DI FORZA NUOVA INCOLLATO AL PETTO, GIOVANI CHE LANCIATE IL CUORE OLTRE L’OSTACOLO, RAGAZZI CHE NON CONOSCETE LA PAROLA “IMPOSSIBILE”, ITALIANI FIERI DELLA PROPRIA TERRA, IN MARCIA!
TERMINATO IL FOLCLORISTICO MOMENTO DI ECCITAZIONE DOVUTO ALLA VITTORIA MONDIALE DEGLI AZZURRI, NOI SOLI, NOI UNICI, NOI POCHI SAREMO I SOLI A PORTARE ALTO IL TRICOLORE.
CANTEREMO ANCORA L’INNO A ROMA; GRIDEREMO SEMPRE PIU’ FORTE IL NOSTRO “ME NE FREGO!”, INTONEREMO LA CANZONE DELLA GIOVINEZZA E DEL NOSTRO ARDIMENTO.
CAMERATI, FRATELLI CHE NON VI SIETE MAI FATTI SCALFIRE DAL SISTEMA, QUESTA LETTERA E’ PER VOI.
COMPATRIOTI ORGOGLIOSI DI AVER RINUNCIATO ALL’ORO INFAME PER POTER SCRIVERE COL SANGUE “IO NON HO TRADITO!” QUESTA LETTERA E’ PER VOI.
GIOVANI STUDENTI CHE AVETE IMPARATO NONOSTANTE I VOSTRI PROFESSORI SESSANTOTTINI; BALDI UNIVERSITARI CHE NELLA GOLIARDIA TENETE ALTO LO SPIRITO RIBELLE DI UN TEMPO, QUESTA LETTERA E’ PER VOI.
ANZIANI E SAGGI REDUCI CHE ALZATE CON IMMUTATA FEDE LE VOSTRE INSEGNE PER ONORARE GLI EROI CADUTI, QUESTA LETTERA E’ PER VOI.
CAMERATI, IN SETTEMBRE TORNEREMO AD OCCUPARE LE PIAZZE, LE VIE, GLI ANGOLI DELLA NOSTRA CITTA’. RICOMINCIA LA LOTTA. RICOMINCIA LA VITA.
MENTRE MARCEREMO GUARDEREMO LA NOSTRA STELLA ILLUMINATA DAI FRATELLI CHE CI HANNO PRECEDUTO; SCORGEREMO IL SORRISO DI RAMELLI E LO SGUARDO DEI MATTEI. SALUTEREMO ROMANAMENTE MANTAKAS ED ALAIN ESCOFFIER. CI METTEREMO SULL’ATTENTI PER ONORARE I CAMERATI ITALIANI ED EUROPEI CHE CI HANNO INSEGNATO A VIVERE E CHE CI INSEGNERANNO A NON MORIRE MAI.
CARISSIMI CAMERATI CAVESI E DELLA PROVINCIA DI SALERNO, ORA MI RIVOLGO A VOI.
ABBIAMO TROPPA ESPERIENZA E TROPPO BUON SENSO PER CREDERE A FACILI E PUERILI ILLUSIONI. SAPPIAMO BENE COSA CI ASPETTA.
CONOSCIAMO I NOSTRI NEMICI, NON LI RISPETTIAMO, NON LI TEMIAMO.
FRA UN PAIO DI SETTIMANE TORNEREMO IN MOVIMENTO, ALLESTIREMO BANCHETTI E PRESIDI , FAREMO VOLANTINAGGI E SIT-IN IN PIAZZA .
FORZA NUOVA ANCORA UNA VOLTA FARA’ PARTE DELLA VITA E DELLA QUOTIDIANITA’ PADOVANA E DELLA PROVINCIA PER DARE AI PURI UN PUNTO DI RIFERIMENTO ED AI MATERIALISTI UNA LEZIONE DI MORALE E DI CIVILTA’.
SIATE PRONTI CAMERATI. L’ORA STA PER SCOCCARE.
SILENZIO, FATE QUADRATO! IL POPOLO CI GUARDA, I PAVIDI CI OSSERVANO, I NEMICI CI TEMONO, SAN MICHELE CI PROTEGGE, DIO E’ CON NOI!
ORA FRATELLI E’ TEMPO DI TACERE, E’ TEMPO DI LOTTARE, E’ TEMPO DI SOFFRIRE.
ORA TOCCA A NOI!
QUESTO E’ IL NOSTRO TEMPO CAMERATI!

LASCERO’ ATTIVI I COMMENTI A QUESTO POST IN MODO DA POTER LEGGERE IL “PRESENTE!” DEGLI EROI E LE INGIURIE DEGLI STOLTI…

1 commento:

faber ha detto...

LA STORIA PUO’ SENTENZIARE IL ‘VOTO DEGNO’?
In questa campagna elettorale si è sentito di tutto. Prima qualcuno ha parlato di ‘voto utile’, poi di ‘voto disgiunto’. Si è affacciato timidamente anche il ‘voto inutile’. Da anni conosciamo il ‘voto di protesta’ ed il ‘voto di scambio’. Ancora mancava il ‘voto degno’, ma non si è fatto attendere…

NEL BLOG http://faber2008.blogspot.com