mercoledì 26 dicembre 2007

NAPULE......



Questa foto è la corretta rappresentazione di ciò che sta avvenendo in Campania in questi giorni: cumuli di rifiuti, ratti e bestie di vario tipo in cerca di cibo, emergenza sanitaria e le elezioni amministrative dove, strano ma vero, i partiti di centrosinistra preferiscono non parlare dell’emergenza rifiuti, mentre i partiti di centrodestra parlano.. ma fanno attenzione a non abbaiare, potrebbero dar fastidio a qualcuno.
FRONTENERO AMA.... RILEGGERE ...... VEDIAMO COSA DISSERO 6 /7 MESI FA ALCUNI PERSONAGGI CHIAVE DI NAPOLI.... E VEDIAMO COSA E' SUCCESSO NEL FRATTEMPO......
22 maggio 2007
Rifiuti Napoli, Bertolaso ottimista
"Situazione a regime a fine giugno"Il commissario straordinario per l'emergenza rifiuti in Campania Bertolaso si è detto ottimista sulla soluzione del problema. "A fine giugno, con l'inizio dell'estate, la situazione dovrebbe tornare a regime", ha detto. Nel periodo che va dal 26 maggio, quando chiuderà la discarica di Villaricca, all'inizio dell'estate, i rifiuti saranno portati in siti provvisori e saranno riaperte alcune vecchie discariche.

Bertolaso ha spiegato che si tratta di vecchie discariche e di sversatoi già sequestrati dalla magistratura.

BASSOLINO INDAGATO...... (FINE LUGLIO 2007....)
Ventotto richieste di rinvio a giudizio, su 29 indagati: la procura di Napoli chiude così l'inchiesta sullo smaltimento dei rifiuti in Campania. Tra gli imputati ci sono Antonio Bassolino, in qualità di commissario per l'emergenza dal 2000 al 2004, e gli ex vertici della Impregilo, Pier Giorgio Romiti e Paolo Romiti. Le ipotesi di reato restano pesanti: truffa aggravata e continuata, e frode nelle pubbliche forniture. Accuse, replica il presidente della Regione, sproporzionate "rispetto alla mancanza non solo di prove, ma anche di qualunque serio indizio".
Bassolino incassa, tra le altre, la solidarietà del ministro Luigi Nicolais e di Piero Fassino. Sono passati dieci mesi dalle notifiche della fine delle indagini preliminari ai 29 coinvolti: solo per Maurizio Avallone, tecnico dell'Arpac indagato per abuso di ufficio c'é lo stralcio, si va verso l'archiviazione.
Il resto è la cronaca delle reazioni. Per il sindaco di Napoli Rosa Iervolino, "profonda è la convinzione dell'onestà di Bassolino". Fassino: "Chiunque lo conosca non può avere alcun dubbio sulla dedizione personale, il rigore amministrativo, il senso delle istituzioni che hanno sempre ispirato la sua azione politica e istituzionale. Ed è stato così anche di fronte all'emergenza rifiuti, affrontata con generosità e impegno straordinari".

COSA SCRIVEVA ROBERTO SAVIANO IL 1 GIUGNO 2007...... (SAVIANO VIVE SOTTO SCORTA......)
Comincia così l’inchiesta di Roberto Saviano, pubblicata sul numero de L’espresso in edicola da venerdì 1 giugno.
Una denuncia contro tutti i padrini dei rifiuti: contro quelli della camorra; contro gli imprenditori del Nord che hanno sfruttato le occasioni di risparmio offerte dalla criminalità per smaltire al Sud le scorie tossiche; contro quelli della politica incapaci di risolvere il problema e spesso collusi con boss e aziende senza scrupoli.

Scrive Saviano: "Ne hanno ricavato vantaggio le maggiori imprese italiane, negli ultimi trent’anni le discariche campane sono state riempite, le cave rese satolle, ogni possibile spazio utilizzato, la spazzatura di Napoli, non è la spazzatura di Napoli. Le discariche campane non sono state intasate solo dai rifiuti solidi urbani campani, ma sono state occupate, invase, colmate dai rifiuti speciali e ordinari di tutto il Paese, dislocati dalle rotte gestite dei clan. La spazzatura napoletana appartiene all’intero Paese nella misura in cui per più di trent’anni rifiuti di ogni tipo - tossici, ospedalieri, persino le ossa dei morti delle terre cimiteriali - sono stati smaltiti in Campania e più allargatamene nel Mezzogiorno.
L’operazione Houdini del 2004 ha dimostrato che il costo di mercato per smaltire correttamente i rifiuti tossici imponeva prezzi che andavano dai 21 centesimi a 62 centesimi al chilo. I clan fornivano lo stesso servizio a 9 o 10 centesimi al chilo....."

DOPO AVER LETTO....... COMMENTATE DA SOLI.......
DA ITALIANO MI VERGOGNO DI QUANTO ACCADA AD UNA CITTA' BELLISSIMA COME NAPOLI, MI VERGOGNO PER LORO, PER COME ,GENTAGLIA COME BASSOLINO E LA JERVOLINO, PRENDANO IN GIRO UNA CITTA' CAPOLUOGO DI REGIONE E DI UN FASCINO UNICO COME NAPOLI, I SOLDI PER 700 TELEFONINI PER I REGALI DI NATALE LI HA TROVATI IL BUON ANTONIO..... MA PER LA SUA CITTA' NON TROVA NIENTE.....ALTRO CHE ECOBALLE.... SOLO PALLE...... LA COSA CHE PIU' MI INFASTIDISCE E CHE QUESTI SCALDA SEGGIOLA COLLUSI SIANO ANCORA LI' A MANGIARE A SBAFFO.....IN OGNI PARTE DEL MONDO CHI NON ADEMPIE ALLA SALVAGUARDIA DEI PROPRI CITTADINI SI DIMETTE E PER LO MENO CHIEDE SCUSA PUBBLICAMENTE.... O NO ? LORO PERSEVERANO........ BASSOLINO E JERVOLINO.... LA VERA MUNNEZZA DI NAPOLI SIETE VOI !!!!!!!DOVE SONO I VERDI ? IN ITALIA TUTTI PARLANO MA POI NESSUNO AGISCE.... CHE TRISTEZZA MIA BELLA NAPOLI.....
MI VIEN DA RIDERE SOLO ALL'IDEA VENUTA A QUALCHE GENIO DI INVIARE L'ESERCITO A NAPOLI PER COMBATTERE QUESTA EMERGENZA.....( SARANNO 30 ANNI CHE ESISTE....) PERCHE' INVECE NON MANDIAMO L'ESERCITO A CASA BASSOLINO E JERVOLINO ?
ROMANAMENTE SALUTO !
FRONTENERO

24 commenti:

ASCOLTAMIHOUNAVOCE ha detto...

NAPOLI MUORE PERCHè GLI INTERESSI POLITICI COLLUSI CON LA CAMORRA CHIUDONO GLI OCCHI, RACCOLTA DIFFERENZIATA NO GRAZIE, RIMANIAMO NEL CAOS, APPARTIENE A TUTTI NON SOLO AI NAPOLETANI, AIUTAMOLA

robbielight ha detto...

Per me che sono napoletana, ma che soprattutto adora la sua città vedere, vivere tale scempio, lascia non poco amoro in bocca. Del resto ci che tu dici è grande verità, amministrazioni e camorra ormai portano lo stesso nome, e cmq credo che anche la gran parte dei napoletani abbia da fare il mia culpa, ancora oggi non si ha la mentalità della rqaccolta differienzata, proprio non ci si inculca che se si fà è per il nostro bene. Starò cadendo in contraddizione, ma tutti abbiamo le nostre colpe. Augurandomi che presto Napoli torni a respirare aria genuina, e come dice sempre il detto "VIRE NAPOLE E Pò MUORE"...

Anonimo ha detto...

AIUTIAMO NAPOLI !!! VIA BASSOLINO E LA JERVOLINO IN PRIMIS...... PIU' TRASPARENZA..... NAPOLI E' UNA CITTA' BELLISSIMA NON MERITA QUESTA FINE
FRONTENERO

Anonimo ha detto...

Come già scritto da altri il primo cammorrista di Napoli è proprio Bassolino e la seconda la Jervolino..ora se si vuole aiutare questo paese non ci vuole altro che il buon senso dei cittadini e armarsi di tutto ciò che è possibile per abbattere chi è al governo e chi è dientro nascosto ma che fa + paura di un presidente e un sindaco..Auroras77

Anonimo ha detto...

io scrivo per il blog napoli romantica su libero e ho proposto che per protesta a capodanno portiamo tutti un sacchetto a piazza plebiscito e lo lasciamo li ad ascoltare il concerto... kikkodirisobianco

Anonimo ha detto...

ottima idea kikkodiriso.... proporrei anche di lasciarne uno a testa davanti al civico di casa bassolino/jervolino...... così forse si renderanno conto che stanno ammazzando una perla di italia.....
frontenero

Anonimo ha detto...

Ho letto dell'iniziativa del sacchetto in piazza plebiscito...anche su altri forum, la cosa scandalosa sai cos'è ? Non è tutta la città che sta così, ci sono le cosidette zone bene, come quella dove vivo io, che ritirano la spazzatura . Poi esistono zono periferiche che hanno tanta di quella spazzatura da non poter uscir di casa e non poter aprire una finestra per la puzza. Perchè il mio quartiere è meglio della periferia ? Azz...quella gente non solo non c'ha i soldi per far vivere la famiglia in un ambiente diverso ma viene anche punita da i politici di turno ???? Altro che piazza plebiscito....io prenderei tutta la spazzatura e la metterei sotto casa dei signori politici....ma tanta...talmente tanta da non far a tempo a raccoglierla. Ecco cosa propongo...anzicchè buttare la spazzatura sotto cosa....che ne dite di depositarla sotto casa loro, anzicchè rovinare la festa a tutte quelle persone che magari non possono permettersi un cenone....un locale ? Per non parlare di quel razzista di Bertolaso che se fosse per lui potremmo morire tutti sotto la munnezza.....però andava bene a tutti quando il nord ci mandava la sua monnezza in accordo con la camorra.......no comment saluti a tutti Valy

Anonimo ha detto...

CONCORDO CON TE VALY !!! LA MUNNEZZA SOTTO CASA BASSOLINO E JERVOLINO.... PER NON PARLARE DI CARUSO.... UN DISOBBEDIENTE DIVENUTO UNO SCALDASEGGIOLA AD HOC..... ORA CHE MANGIA NON DISOBBEDISCE PIU'..... PER BERTOLASO.... IO NON COMMENTO.... E' IN OGNI DOVE..... CON QUELLA POLO DELLA CROCE ROSSA SEMBRA UN'ANGELO..... MA NON LO E' AFFATTO..... ANZI......
ROMANAMENTE SALUTO !
FRONTENERO

kiara_e ha detto...

Napule è na carta sporca e nisciun se ne 'mporta..
nn solo i politici ma anche i cittadini che nn sanno cosa sia la raccolta differenziata..o che è svogliata.
Un grazie anche a chi nn vuole l'inceneritore!!!!!
Napoli è splendida..dispiace vederla e mostrarla agli altri di fuori così.

Anonimo ha detto...

Io farei una colletta , apparasse 'e sord che ci vogliono per noleggiare 100 tir , li riempirei dell'immondizia da cui siamo invasi , pagando perdipiù la tassa su di essa profumatamente ( ma questo è il male minore ) e la scaricherei a Montecitorio ! Sai che bella sorpresa ! Almeno la seggiola la scaldano , ma ngopp 'a nu cuofan 'e munnezza !!! Ciao carissimo , buon anno ... int'a munnezza ! Ci sono dentro anch'io eh ! gif ***

Anonimo ha detto...

Condivido in pieno la tua analisi e anche la proposta di chiccodiriso che spesso vado a leggere, in quanto NapoliRomantica è forse il più bel blog dedicato a Napoli e alla napoletanità.
Ma c'è una triste, amara verità che dobbiamo accettare.
Siamo noi i primi colpevoli! Perchè è stata rieletta la Iervolino? Ci sono state le elezioni, potevamo mandarla via, lei che ha trascinato Napoli nel più profondo degrado che questa meravigliosa città conosca da anni e anni, lei che non è altro che un burattino nelle mani di Bassolino. Si. E' lui il vero colpevole. Altro che Camorra! Lui, De Mita e Mastella si sono divisi la Regione e ognuno di loro detta la propria miserevole legge sulla zona di competenza: Bassolino Napoli e provincia, De Mita l'Avellinese e Mastella il Beneventano.
E continueranno a farloperchè sono potenti. Chi gli dia tanto potere non è dato saperlo, ma noi...noi che potevamo farlo, non siamo stati in gado di cacciarli via...

Eugenia ha detto...

Sono Clo, mi hai contattato e sono qua, bel post davvero e concordo su tutto, agggiungendo che il sig Bassolino ha avuto il fratello in galera( lo so perchè ci lavoro li),il sig Bassolino non fa gli interessi della città, nè della Regione, fa solo gli interessi suoi e dei suoi adepti, e, mettiamoci anche gli ex detenuti, che a Napoli hanno avuto il privilegio di aver avuto posti di lavoro( vabbè anche loro devono campare), ma come? con cooperative che gestiscono"le strisce blu", ovvero i parcheggi con i grattini, eh, si creati apposta per dar lavoro a detenuti. la Jervolino? E che te lo dico a fare!!! Nella sua zona, via Duomo, non vedrai mai cumuli di spazzatura, vabbè neanche nella mia, ma solo per problemi di..sicurezza, non per altro...Non parliamo poi dei vari politici campani, uno tra tutti? Mastella! Te lo raccomando!....Bel Blog!! Ciao Eugenia Claudia,Clo

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea, ritengo questa sitazione non commentabile. Che c'è da dire?! Però mi associo all'anonimo che ha appena posto la questione: CHI HA PERMESSO ALLA JERVOLINO DI STARE SEDUTA DOVE STA? la situazione monnezza non è cosa di oggi eppure lei è stata rieletta! Se non ci svegliamo noi per primi, come cittadini intendo, c'è poco da fare.
Detto questo ho già detto a Kikko che l'idea di portare la monnezza al concerto di capodanno mi sembra fantistica. Ma voi pensate che sarebbero in tanti a rinunciare al concerto e a lasciar li il sacchetto e andare via? Io, purtroppo, credo di no!
Stesera dicono che entro 11 mesi la situazione rifiuti a Napoli tornerà alla normalità... l'ha detto Amato, ho detto tutto!
Però voglio dire un'altra cosa, io vivo a Milano, le discariche le abbiamo pure noi (come tutti), nessuno si è messo per strada ad impedire che venissero aperte. Mi spiegate perchè a Napoli succede? non è una provocazione, è una domanda, ignoro il perchè, quindi non insultatemi, piuttosto spiegatemi.
Concludo dicendo che se fossi napoletana, a costo di finire in galera, mi rifiuterei di pagare la tassa dei rifiuti! Dovrebbero farlo tutti.
Ciao Raffy

sorrento_59@hotmail.it ha detto...

Ricambio gli auguri.
Siamo sommersi dsll'immondizia ,ma nn solo urbana,ma anche da quella politica.
Giorno dopo giorno viviamo momenti unici(grazie a Dio),ma hanno vietato fumare nei giardini a Napoli perkè inquina,senza pensare a tonnellate di immondizia che giorno dopo giorno bruciano e generano diossina,secondo i nostri governati meno dannosa del fumo delle sigarette,ma dove viviamo, nelle mani di chi siamo,come possiamo salvarci nn dall'immondizia,ma dai nostri tutori,dai nostri governanti,dai nostri ladri di futuro.
Napoli nn è solo immondizia,droga,ladrocino,truffe,
omicidi,camorra,ma è composta da tante persone che han voglia di vivere,di amare il prossimo e se stessi,respirare puro,nn essere additati come è solitamente fatto dagli altri.
Di bellezze ne abbiamo da vendere,nn siamo secondi a nessuno,sappiamo anche noi parlare in italiano,sappiamo anche noi farci valere,siamo anche noi umani.
Un saluto ad andrea.

Anonimo ha detto...

Confidiamo in un anno migliore...... e in politici diversi, che amino più la propria città che i propri interessi. Ma temo sarà molto difficile, ma la speranza è l'ultima a morire ! Complimenti bel blog

graal560 ha detto...

Ricambio con affetto gli auguri.

La situazione rifiuti in campania, più che una tragedia, sta ormai diventando un vero e proprio dramma satiresco...
Ormai dal '92 non si riesce a trovare una soluzione degna ed accettabile, con continue proteste ed un'endemica incapacità da parte dei politici locali di sbrogliare una matassa sempre più intricata.
Il problema di fondo, secondo il mio modesto parere, è insito nello stesso instituto del commissariato, che in 15 anni non ha fatto altro che incrementare clientelismi elettoralistici lungi dall'essere eliminati.
porto l'esempio della mia città...
Pomigliano d'Arco, nel 1996, fu il primo comune della campania a superare la soglia del 30% di raccolta differenziata.
Fu creata una società partecipata, la pomigliano ambiente,per 5 anni vero e proprio fiore all'occhiello della città e più volte premiata dalle autorità per l'impegno e le tecnologia applicate nella raccolta e smaltimento dei rifiuti..
poi dal 2001 la pomigliano ambiente è cominciata a diventare il bacino elettoralistico dell'allora sindaco, le sue fila si sono raddoppiate, i servizi erano sempre più scarsi fino ad arrivare all'accusa di infiltrazione camorristica con la quale la prefettura di napoli, nel 2006, ha colpito la società..
i risultati sono stati evidenti..
commesse perse con i comuni, debito che ormai supera i 40 milioni di euro, dipendenti (diventati ormai più di 200!!!!!), senza stipendio e senza contributi versati, immondizia per le strade, roghi a non finire e lo spettro di un inevitabile fallimento che significherebbe il lastrico per centinaia di famiglie.
Ho fatto l'esempio della mia città perchè in tante altre realtà è accaduto, o accade, la stessa identica cosa.
Ciò dimostra come la cattiva politica, unita ad interessi non sempre leciti, possa trasformare un semplice problema in vero e proprio dramma!!!
Napoli e la Campania non meritano tutto questo, bisogna trovare soluzioni condivise e, soprattutto, eliminare il commissariato di governo, che altro non è che un enorme bubbone che aspetta soltanto di essere inciso dal chirurgo di turno...
un saluto e tanti auguri, con la speranza che il nuovo anno porti un raggio di sole in questa oscurità campana..

Anonimo ha detto...

Napoli è una catastrofe...è una città demolita...un popolo che alza la voce per farsi ascoltare da politici sordi...Napoli città governata da corrotti, da viscidi che in giacca e cravatta credono di fotterci tutti, e intanto tutti noi siamo destinati a camminare calpestando rifiuti, siamo costretti a respirare aria malsana, i nostri bambini crescono in una città che sempre di meno si mostra adatta a soddisfare le ambizioni dei giovani che non vedono l'ora di evadere da questo caos...l'era Bassolino ha contributo sempre più a rendere Napoli ancora più invivibile di quello che era in passato, la delinquenza aumenta, l'immondizia ci sta sommergendo, le infrastrutture sono sempre più carenti, il lavoro sempre più precario...cosa dobbiamo ancora aspettare prima di mandare via a calci nel culo questi pezzi di merda...Bassolino e Jervolino che vadino a mungere le vacche...
Da un Napoletano stanzo...
Chooze

Anonimo ha detto...

ciao, molto bello il tuo blog, davvero interessante.
io sn di napoli e...mi dispiace ammettere che ormai al disastro napoletano ci siamo abituati, siamo assuefatti da tutto quello che di schifoso ci accade.
oltre ai rifiuti, che per assurdo è l'emergenza più marginale, napoli ha molte altre piaghe. Non sto qui a dire quali sono ma, credo che solo chi ci vive possa capire di cosa parlo.
E' tutto il sistema che è sbagliato, tuttto quello che ci circonda, le persone prepotenti, i camorristi, gli spacciatori, i ricettatori, i servizi pubblici che nn funzionano, "il traffico che blocca ogni metro della strada e non ci fa trovare nessuna uscita e fa a finire che blocca pure la vita e non ti puoi salvare"(come cantavano in "Scugnizzi"), il lavoro nero, che nessuno ti mette in regola, i morti sul lavoro per il mancato rispetto delle norme di sicurezza, la mancanza di rispetto tra esseri umani dove prevale ancora le legge del guappo, del più violento, il pizzo, le minacce fisiche e psicologiche che siamo cosretti ogni giorno a subre.

La gente di Napoli è stanca di tutto questo, non può ancora resistere a lungo, non riesce a vivere più in queste condizioni. Ci vorrebbe una presa di coscienza forte del governo e nn semplici manovre di emergenza, decreti legge speciali che lasciano il tempo che trovano.
Qui ci vorrebbe la sommossa popolare, un no deciso a titti i soprusi che siamo costretti a subire tutti i giorni.
un bacio....mi trovate su libero col nik: fatinacolorata.

Anonimo ha detto...

ormai non ci sono più parole per descrivere questo malcontento, che si respira a napoli..... forse se non andassimo più a votare sarebbe meglio.... tanto poi non cambia nulla ,che sia un governo di sinistra o di destra i risultati si vedono.... e in una città come Napoli... si sentono anche.... ci vorrebbe un governo militare per un quinquennio.... senza collusi.... forse sarebbe un'idea....
frontenero

Anonimo ha detto...

caro amico, anche se il mio orientamento politico è diverso dal tuo, non posso che darti ragione. anche se forse piu che di orientamento dovrei parlare di ideali. ideali spesso traditi, che mi hanno portato a capire una cosa importante, che andrebbero votate le persone e non gli schieramenti politici. parli di napoli e dell'emergenza rifiuti con un post per il quale ti faccio i complimenti, ma parli di una cosa che ad un napoletano fiero come me di esserlo fa male. mi fa male vedere la mia citta, piena di sporcizia, di malumore come se gia non bastassero tutte le etichette che gli vengono attribuite. napoli è una citta fiera e piena d'orgoglio, con tanta gente onesta e sono tante le cose che dovrebbero cambiare. re nero

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea, raccolgo il tuo invito di lasciare un commento sul tuo blog, in quanto napoletano, sull'argomento rifiuti a Napoli. Ebbene quello che sento di dire è che la situazione dei rifiuti a Napoli è la punta di un iceberg di angherie e prepotenze perpetrate ai danni dei napoletani che dimostriamo, anche in questa occasione, di essere un popolo di sconfitti al quale si può fare di tutto,ma proprio tutto, coscienti che non troveremo mai il coraggio di protestare. E' molto amaro il mio commento ma purtroppo è la verità. Non vedo soluzioni a breve e medio termine, confido solo nell'Europa che possa quanto prima intervenire scavalcando le "bande" nazionali che infieriscono sempre di più. Sarebbe tanto semplice, ad esempio, imporre per legge una limitazione agli imballaggi non biodegradabili, ma chi ci pensa? Ognuno che viene investito del problema cerca solo altre discariche senza limitare la produzione di nuovi rifiuti od organizzare seriamente una raccolta differenziata. Comunque non occorre dare dei suggerimenti, chi è preposto sà bene cosa è necessario fare.....ma chissà perchè non si riesce a farlo solo in Campania!

Anonimo ha detto...

Caro Andrea, eccomi qui a lasciare il mio commento su Napoli, premettemdo che non sono napoletana ma ci vivo solo da poco tempo. Hai ragione la situazione rifiuti qui è veramente una catastrofe, ma guardiamo dentro le nostre coscienze, possiamo dare solo ed esclusivamente le colpe ai vari Jervolino, Bassolino e non so quanti altri?? é mica la Jervolino che, quando porta a spasso i suoi cani lascia per strada le varie popo, è mica Bassolino che dice alla gente di giocare a pallacanestro co n in rifiuti dalle vetture in corsa verso i cassonetti e ndo cojo cojo?? é mica il governo che dice alla gente di gettare qualsiasi cosa per strada.. Per me, oltre alle varie colpe governative, c'è anche un eneorme mancanza di enorme civico della popolazione, se Napoli è ridotta in questo modo sono anche i suoi abitanti che contribuiscono, siamo onesti a prescindere dall'altro.
Mi scuso con i napoletani, che tra l'altro adoro, ma è colpa loro se la città è sporca, poi chiaro viene anche la questione rifiuti raccolte ecc e li c'entra il governo, ma il senso civico appartiene a ogni singolo.. e quando vedo lanci di porrcherie dai balconi, beh credo proprio che non siano ne i politici di destra o di sinistra, scusate,
ciao

Anonimo ha detto...

NON ABITANDO A NAPOLI, NON POSSO ESPRIMERMI IN MERITO.... IO SONO NATO E CRESCIUTO A MILANO, DA QUALCHE TEMPO TRASCORRO DEI PERIODI IN VENETO NEI COLLI EUGANEI.... NON HO MAI VISTO GRAZIE A DIO NIENTE DI TUTTO CIO' IN VITA MIA.... CERTO UN PO' DI EDUCAZIONE CIVICA NON GUASTEREBBE.... PERO' ANCHE GLI SCALDA SEGGIOLA CI MARCIANO SU QUESTE TRAGEDIE....
FRONTENERO
ANDREA

Anonimo ha detto...

Caro FRONTENERO, il tuo post centra e colpisce nel cuore della piaga di Napoli.
CAMORRA E POTERE POLITICO LOCALE E NAZIONALE!!
Questa "cancrena" deve essere estirpata dal corpo di Napoli che non merita tutto questo!
Un caro saluto e BUON 2008 da LIBERIAMONAPOLI